Dal 1 dicembre 2012 Iva per Cassa

Il Dipartimento delle Finanze ha pubblicato il Decreto dell’11 ottobre sull’Iva per cassa; l’art.8 del Decreto prevede, a partire dal 1° dicembre 2012, la possibilità di optare per la liquidazione dell’Iva secondo i criteri di cassa.

Attualmente, il Soggetto passivo Iva deve versare l’imposta quando, in seguito alla cessione di un bene o la prestazione di un servizio emette una fattura di vendita, indipendentemente dall’incasso o meno di tale fattura.

L’introduzione del versamento dell’Iva tramite il criterio di cassa (alla riscossione della fattura) ha la finalità di evitare la liquidazione dell’imposta da parte di chi cede beni o effettua prestazioni di servizi nel caso in cui non avvenga il pagamento del corrispettivo da parte del cessionario o committente , soggetto passivo di imposta.

Questa opzione andrebbe a  favorire principalmente quelle imprese che, lavorando in una filiera produttiva, forniscono beni o prestazione alle imprese (spesso di grandi dimensioni) della fase di produzione successiva, emettono fattura e versano l’Iva senza avere un immediato incasso della cessione/prestazione effettuata, causando quindi uno squilibrio monetario che può procurare gravi crisi di solvibilità prolungata.

L’opzione per l’applicazione del regime dell’IVA per cassa sarà esercitata secondo le modalità individuate con apposito provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate.

Relazione Illustrativa del Decreto

Evade l’Iva perchè ditta in difficoltà, assolto

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...