Dichiarazione 730/2015 Precompilata

Dal 15 aprile l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione di alcuni contribuenti il modello di dichiarazione 730 precompilata; questo strumento, introdotto dal governo nell’ottica di semplificazione (????) degli adempimenti, consente a parte dei contribuenti di consultare e presentare la propria dichiarazione730-2015 dei redditi. Parallelamente, a partire dalla campagna fiscale 2015, i professionisti, i CAF ed i sostituti d’imposta che apporrano il visto di conformità ai modelli 730 inviati per conto del contribuente, saranno responsabili per eventuali errori nella liquidazione delle imposte e dovranno farsi carico di sanzioni, interessi e imposta omessa (!!!!).

Di conseguenza gli intermediari di cui sopra hanno dovuto aggiornare le proprie assicurazioni professionali ed, inevitabilmente, saranno costretti ad aumentare la parcella che verrà sottoposta al contribuente che vorrà assistenza nella compilazione ed invio del 730.

In pratica questa geniale innovazione premia il contribuente ferrato nelle tematiche fiscali, in grado di compilarsi autonomamente il facilissimo (!!!!) modello di dichiarazione, penalizza economicamente tutti coloro che preferiscono rivolgersi ad esperti e, questi ultimi, dovranno scegliere se abbassare il proprio margine di profitto facendosi carico dell’aggravio delle spese di assicurazione e di responsabilità professionale, oppure se aumentare la parcella al povero cliente.

Semplificazione????

 

Annunci

Saldo IMU 2012

Il 17 dicembre scadranno i termini per versare il saldo dell’ Imposta Municipale Unica 2012 e, a questo proposito, ripropongo il link per scaricare gratuitamente un file excel (migliorato) completamente editabile per calcolare il proprio debito.

Ricordo inoltre che i comuni italiani avevano la facoltà di modificare, entro un certo range, le aliquote IMU comunali, pertanto al link sottostante sarà possibile verificare la presenza di eventuali delibere che hanno modificato le aliquote di base.

FOGLIO EXCEL IMU 2012

DELIBERE COMUNALI

Start Up Innovative, Requisiti e Vantaggi

Il Decreto “Crescita 2.0” approvato dal Governo prevede una serie di vantaggi fiscali e societari per le Start Up Innovative che rispettano determinati requisiti.

Innanzitutto l’art.25 della bozza definisce Start Up Innovative le società di capitali (anche cooperative) residenti in Italia le cui azioni/quote non sono quotate su mercati regolamentati o su sistemi di negoziazione.

 

Continua a leggere

Restart Italia!

Sulla pagina web del Ministero dello Sviluppo Economico è stato pubblicato il rapporto “Restart, Italia!” (TESTO INTEGRALE), frutto della task force sulle startup istituita dal ministero dello Sviluppo Economico guidato da Corrado Passera. Presentato a Roncade (Treviso) nell’incubatore tecnologico H-Farm, il rapporto è stato coordinato da Alessandro Fusacchia con la collaborazione di professionisti ed esponenti dell’universo digitale. Continua a leggere

Limite di pagamento in contanti a 50€

Una delle ultime proposte del Governo per la lotta all’evasione è quella di rendere obbligatorio, a partire dal 1 luglio 2013, l’uso dei pagamenti elettronici per gli importi superiori a 50 euro.

L’intenzione è quella di rendere pienamente tracciabili i pagamenti, in modo da combattere ulteriormente il fenomeno dell’evasione fiscale.

La Federconsumatori condivide le intenzioni del Governo, ma chiede che: Continua a leggere